Ce est pourquoi il est si important de parler de problèmes sexuels comme la dysfonction érectile de manière ouverte et solidaire, le dire tout de suite que ce ne est pas une question d'être attiré à votre partenaire. Rassurez votre partenaire qu'il ou elle est toujours intéressant pour vous. Où achat cialis sur internet vous avez trouvé une #pharmacie online ici https://trendpharm.com/ cialis . Beaucoup de conditions de santé différentes peuvent affecter les nerfs, les muscles, ou les flux de sang qui est nécessaire pour avoir une érection. Le diabète, l'hypertension artérielle, le durcissement des artères, les blessures de la moelle épinière, la sclérose en plaques peuvent contribuer à ED. La chirurgie pour traiter la prostate ou de la vessie problèmes peut également affecter les nerfs et les vaisseaux sanguins qui contrôlent une érection. Una disfunción eréctil es la impotencia de obtener o mantener una erección. compra propecia generico en madrid saber cuál es el medicamento ideal para usted depende de diferentes factores.

Articoli

Il Sindaco di Longobucco a "Piazza Pulita"


I sindaci di Longobucco e Saracena ospiti del programma “Piazza Pulita” di Formigli.Stasi e Gagliardi in prima serata tv sono stati intervistati a Roma nel corso della manifestazione dei Piccoli Comuni.

 

 

 

 

 

 

 

 Longobucco. Nuovo governo, patto di stabilità, piccoli comuni e ruolo del Movimento Cinque Stelle. Sono questi, alcuni dei temi che saranno affrontati oggi a “Piazza pulita”, il programma televisivo di approfondimento politico condotto da Corrado Formigli, in prima serata su La 7. Tra gli ospiti della serata anche due sindaci della provincia di Cosenza, il primo cittadino di Longobucco , storico ed importante comune della Sila Greca, Luigi Stasi(del PD) e quello di Saracena, il paese del Moscato passito, Mario Albino Gagliardi, tra i più convinti sostenitori istituzionali in Calabria del movimento di Beppe Grillo. Entrambi i sindaci del cosentino sono stati incontrati ed intervistati, lo scorso venerdì 15 a Roma, in occasione della manifestazione nazionale promossa dall’ Associazione Nazionale dei Piccoli Comuni d’ Italia ( Anpci) contro il patto di stabilità che strozza soprattutto i comuni virtuosi. “Ho votato Grillo, aveva dichiarato Gagliardi, venerdì venerdì scorso intervistato dai giornalisti de La 7. con grande convinzione e adesso sono venuto qui per invitare i Cinquestelle a confrontarsi senza preclusioni con le latre forze politiche: è questo il mio invito. Eletto da una lista civica a saracena, venuto davanti a Montecitorio nel giorno dell’ insediamento del nuovo parlamento, con la fascia tricolore, al suo quinto mandato, un passato democristiano. Gagliardi che da anni sta facendo parlare in calabria del buon governo e virtuosismi introdotti controcorrente nella sua comunità, ha dichiarato di sperare che il Movimento Cinquestelle vada al Governo.

Il quotidiano della Calabria
18 Marzo 2013

Lunedì 18 marzo 2013 alle ore 21:10 su La 7

Il sindaco Luigi Stasi a Piazza Pulita: "Bisogna parlare dei bisogni della società".

VAI AL SITO

COMUNICATO STAMPA LENIN MONTESANTO – N.39/19 MARZO 2013

SINDACI SU LA7,COMPLIMENTI DI MARCIANÒ
GAGLIARDI: STATO PRINCIPALE E PERICOLOSO LATITANTE
STASI: LA GENTE È STUFA,BASTA PARLARE DEI POLITICI

COSENZA, Martedì 19 Marzo 2013 – FATE PRESTO, O L’ITALIA MUORE! È il grido d’allarme che i sindaci di Saracena Mario Albino GAGLIARDI e di Longobucco Luigi STASI, in fascia tricolore, hanno lanciato a gran voce nel corso della trasmissione PIAZZA PULITA, condotta da Corrado FORMIGLI, andata in onda nella prima serata di ieri, lunedì 18, su LA7.

Nuovi poveri, suicidi, imprese che chiudono e politica che stenta a rinnovarsi, mentre il paese non può aspettare. È, su questo tema, che si sono confrontati, in un dibattito acceso ed animato, insieme ad altri colleghi primi cittadini ed ospiti in studio, i due amministratori del cosentino. Il sud come il nord, le piccole e grandi amministrazioni, specie se di periferia, non ce la fanno più a garantire servizi. Si parla dell’ordinario. Il patto di stabilità mette tutti d’accordo: impossibile rispettarlo. Va anzi violato per riuscire a pagare le imprese e garantire servizi fondamentali alle collettività. Lo hanno ribadito a chiare lettere i due sindaci della Sila Greca e del Pollino, unici rappresentanti istituzionali del sud in trasmissione ed i cui interventi sono stati applauditissimi dalla platea.

A complimentarsi con loro, nelle diverse pause pubblicitarie, amici e colleghi da tutt’Italia. Tra le tante telefonate per congratularsi degli interventi di qualità, ricevute da Lenin MONTESANTO a Roma insieme ai due Primi Cittadini, la più gradita è certamente stata quella dell'Arcivescovo di Rossano-Cariati Mons. Santo MARCIANÒ.

Proveniamo da un territorio – ha GAGLIARDI – storicamente invisibile, dove lo Stato è il principale e più pericoloso latitante. Ho votato GRILLO – ha aggiunto – perché in Calabria, rispetto alla scarsità trasversale della politica, era ed è obbligatorio, soprattutto per chi aveva ed ha intenzione di percorrere strade virtuose nel governo della cosa pubblica locale. Così come stiamo facendo noi. GRILLO forse non sa – ha aggiunto GAGLIARDI – che nel mio comune ho messo in atto in tempi non sospetti, diversi punti programmatici ai quali guarda con attenzione il Movimento Cinque Stelle: dall'acqua pubblica prima del referendum all'avvio della rivolta fiscale, dal ciclo integrato dei rifiuti alla cacciata dell'Etr già nel 2007, oggi Equitalia. Mi considero – ha chiosato – un grillino ante literram. – Dalle critiche verso la gestione fallimentare dei rifiuti al collasso in Calabria alla rivoluzione fiscale portata avanti dal proprio comune. Anche GAGLIARDI, sindaco di un paese virtuoso come SARACENA, con la tracciabilità telematica dei rifiuti, ha lamentato l’impossibilità dei piccoli comuni di andare avanti, sotto il peso di un patto di stabilità che, così come concepito, penalizza i comuni virtuosi, senza aiutare i viziosi.

Anche noi – ha aggiunto Luigi STASI – non rispetteremo il patto di stabilità. Ci sono cittadini e famiglie ormai sul lastrico. Non riusciamo a garantire i servizi di base. Ecco perché non possiamo e non dobbiamo passare altri 20 anni a sentire parlare solo dei politici nel talk show, basta! Dobbiamo parlare dei bisogni reali della società. Ed anche GRILLO si metta in testa che questa nazione va governata. Se il M5S si è candidato deve andare in Parlamento e dire quello che vuole fare. Devono dirlo anzi tutto a noi sindaci, ultimo baluardo democratico.

L’hashtag #FatePrestoPerchè, nel frattempo ha scatenato i commenti dei telespettatori, solidali con i protagonisti di alcuni servizi, critici con i politici o con gli interventi degli ospiti in studio. Da DANIELA SANTANCHÈ del PDL a Matteo RICHETTI del PD, da Peter GOMEZ direttore de IL FATTO QUOTIDIANO, a Jhon HOOPER giornalista di THE GUARDIAN, da Alberto FORCHIELLI dell’osservatorio Asia fino all’imprenditore Ernesto PREATONI. – Lo stesso FORMIGLI, a fine trasmissione, si è congratulato con STASI e GAGLIARDI: siete rimasti voi sindaci – ha detto – a difendere dal basso l’esigenza di un rinnovamento reale di questo Paese!