LAVORATORI EX SIAL

I lavoratori ex sial-sila, utilizzati dal comune di longobucco in virtu’ della convenzione regionale n. 1077, sono da piu’di un mese e mezzo impegnati in attivita’ che possono essere definite socialmente utili.

 

 

 

Il Sindaco, nel trasmettere all’INPS ed all’Assessore regionale al Lavoro, Stillitani, la rendicontazione delle presenze e delle attività relative al periodo 13 ottobre – 30 novembre, ne ha evidenziato i risultati positivi… Ottenuti nella risoluzione di numerosi problemi che da tanto tempo giacevano accantonati per mancanza di risorse umane ed economiche. Sono state svolte attività per la maggior parte riguardanti la conservazione, la tutela e la manutenzione dell’ambiente, perseguendo l’obiettivo di rimuovere dai luoghi urbani ed extraurbani gli elementi che danno un’immagine di degrado e di abbandono”. “Pur trattandosi di interventi particolari e limitati che si realizzano utilizzando a pieno la forza lavoro e pochi materiali, mi piace constatare –ha continuato il Sindaco- che stanno lasciando un segno molto marcato che incomincia ad avere apprezzamenti lusinghieri da parte dei cittadini. Ciò premesso, devo rilevare che la loro condizione di forte precarietà pone oggi i lavoratori in uno stato particolare di attesa e di speranza. Siamo in presenza di capi famiglia e di lavoratrici che concorrono al reddito delle proprie famiglie e che, ovviamente, non possono fare completo affidamento solo sulla esiguità del sussidio pattuito. Spero che la Regione abbia avviato le procedura affinchè l’INPS, sia nelle condizioni di erogare le prestazioni con una certa sollecitudine. Ritengo, infine -ha concluso il Sindaco- che sia opportuno adottare il provvedimento di rinnovo della Convenzione che, come si ricorderà, è posta in scadenza al 31.12.2010 e, nel contempo, vagliare la possibilità di elevare le prestazioni con un progetto di ore integrative (almeno 10 settimanali) che consentirebbe di aumentare sensibilmente l’attuale compenso”. Luigi Stasi Sindaco di Longobucco

Guarda le foto