Ce est pourquoi il est si important de parler de problèmes sexuels comme la dysfonction érectile de manière ouverte et solidaire, le dire tout de suite que ce ne est pas une question d'être attiré à votre partenaire. Rassurez votre partenaire qu'il ou elle est toujours intéressant pour vous. Où commander viagra suisse vous avez trouvé une #pharmacie en ligne ici http://trendpharm.com/ viagra. Beaucoup de conditions de santé différentes peuvent affecter les nerfs, les muscles, ou les flux de sang qui est nécessaire pour avoir une érection. Le diabète, l'hypertension artérielle, le durcissement des artères, les blessures de la moelle épinière, la sclérose en plaques peuvent contribuer à ED. La chirurgie pour traiter la prostate ou de la vessie problèmes peut également affecter les nerfs et les vaisseaux sanguins qui contrôlent une érection. Una disfunción eréctil puede ser el resultado de afecciones y enfermedades, medicación o estilo de vida. En primer lugar, es un problema físico. A menudo, factores psíquicos como el estrés y el miedo ayudan a mantener o empeorar los problemas eréctiles. Compra kamagra generico en chile saber cuál es el medicamento ideal para usted depende de diferentes factores.

Mostra e cultura

La storia di Longobucco e del vecchio continente in rassegna nel contesto incantato dell' ex convento.

 

 

 

 

 

 

Mostra Comunale Artigianato e Antichi Mestieri . La storia di Longobucco e del Vecchio Continente in rassegna insieme nel contesto incantato dell’ex Convento Francescani. Simboli delle battaglie napoleoniche per la conquista dell’Europa, oppure protagonisti della Grande Guerra custoditi gelosamente nella mostra etnografica ed internazionale del Comune di Longobucco… Correva l’ anno 1811 la BAIONETTA del FUCILE CHARLEVILLE MOD. 1777 MATRICOLA BRC7GN2 rimasto in uso fino al 1830 appartiene di buon diritto alle armi leggendarie perché ha servito con onore un esercito in epoca leggendaria, la vecchia Guardia Imperiale Francese di NAPOLEONE BONAPARTE. Il fucile lungo un metro e 50 dal peso di 5 chili, sparava in teoria tre colpi al minuto. La grande armata faceva uso di questi fucili durante le grandi campagne belliche, anche in occasione della guerra di indipendenza americana. Ogni Fante aveva in dotazione una baionetta instabile a sezione triangolare lunga circa 40 cm. micidiale provocante ferite devastanti per questo motivo vietate dalla CONVENZIONE di GINEVRA. Il fucile con la baionetta incastrata attraverso il mirino lo rendeva lungo più di due metri lunga come una lancia. Oggi questa baionetta molto rara ed unica, pezzo da museo, ritrovata e restaurata dai curatori della mostra permanente del Comune di Longobucco, gli operatori Domenico Federico e Mario De Simone (Lavoratori di Pubblica Utilità), responsabili dell’ ufficio CISP (Calabria Internet Social Point). Visitando la mostra per tappe cronologiche sembra quasi di assistere ad una delle tante interessantissime puntate di Superquark, infatti il viaggio continua arrivando alle vicende che hanno contrassegnato le fasi salienti della vera e definitiva Unità d’Italia. La “Sciabola Baionetta - Modello 1891 custodita all’interno della mostra insieme ad altri oggetti dell’esercito italiano impegnato nella Guerra Italo-Turca (1911-12) e nella I Guerra Mondiale, a disposizione dei visitatori di tutto il mondo quasi a raccontare fatti, eventi, sconfitte, vittorie ed atti di eroismo compiuti durante la Prima Guerra Mondiale in cui insieme al Fucile da fanteria Mod.1891 universalmente riconosciuto con il nome del suo progettista Carcano. fu davvero protagonista è consacrato come "il fucile che fece l'Unità d''Italia". Una sciabola-baionetta che sicuramente usata anche da molti valorosi soldati longobucchesi come il nostro Capitano Paolo De Capua che morì in combattimento il 20 luglio del 1912 in Africa nella guerra italiana contro l’Impero Ottomano ed insieme a lui caddero altri valorosi longobucchesi come ricorda una targa in marmo in Piazza Matteotti. Oppure come il valoroso Sottotenente, il giovanissimo Angelo Parrilla, ragazzo del ’99 medaglia d’oro al V.M., caduto in guerra eroicamente nel 1918 nei pressi di Conegliano Veneto contro il nemico austriaco.

GUARDA LA PUNTATA DI SUPERQUARK. " Seguendo la grande armata".

 

A cura di Domenico Federico LPU del Comune di Longobucco

Guarda le foto